Casa Bentivoglio, da noi a voi sulle note del Jazz. Francesco Diodati e Bebo Ferra

20 Aprile 2020
Una nuova settimana con i live streaming di “CASA BENTIVOGLIO, da noi a voi sulle note del jazz”, il luogo virtuale attraverso cui Cantina Bentivoglio continua a trasmettere jazz dal vivo con l’hashtag #teniamovivoiljazzdalvivo.

Il primo appuntamento speciale di questa settimana è in programma martedì 21 aprile alle 19:30 con il concerto di Francesco Diodati.
Chitarrista, compositore e improvvisatore, inizia gli studi musicali incontrando il jazz. Subito dopo la laurea decide di dedicare la sua vita alla musica: inizia a scrivere per i propri gruppi, a viaggiare soffermandosi soprattutto a New York e Parigi dove approfondisce lo studio del Jazz tramite borse di studio e collaborazioni importanti, ampliando ulteriormente la sua visione musicale. Nel 2015 il quartetto di Enrico Rava, con il quale collabora dal 2013, ha ottenuto il Top Jazz (Musica Jazz) come miglior gruppo, e ad oggi Francesco è uno dei più importanti improvvisatori della sua generazione con collaborazioni con personalità del calibro di Gianluca Petrella, Bobby Previte, Antonello Salis, Jim Black, Francesco Bearzatti, Shane Endsley, Dave Binney, Fabrizio Bosso, Paolo Fresu, Nils Landgren e molti altri. Lo stile di Francesco non è confinato a un singolo genere musicale: negli anni la sua curiosità lo ha portato a collaborare anche con danzatori, artisti visuali, coreografi e progetti multidisciplinari. Il risultato è una personalità musicale caleidoscopica ma fortemente identitaria.

Giovedì 23 aprile, sempre alle 19:30, sarà la volta di  Bebo Ferra.
Nato a Cagliari nel 1962, intraprende lo studio della chitarra all’età di nove anni indirizzando gran parte della propria ricerca musicale nell’ambito jazzistico.
Nel 1983 partecipa al festival Transmetro a Roma con un’orchestra diretta da Bruno Tommaso che includeva molti giovani talenti del jazz italiano (Paolo Fresu, Mario Raja, Francesco Sotgiu).
Nel 1987 si trasferisce a Milano, dove collabora per due anni in un’orchestra per la RAI di Milano. Entra a far parte del gruppo di Gianni Coscia e in seguito alla seconda edizione del famoso gruppo “AREA” diretto da Giulio Capiozzo.
Nel ’91 vince il concorso nazionale “JAZZ CONTEST’ con il gruppo Sardinia Quartet.
In questi anni diventa uno dei chitarristi più richiesti dell’ambito nazionale: attualmente fa parte del gruppo “Internòs” con Paolo Fresu, del quartetto di Pietro Tonolo, del quartetto di Mauro Negri, dell’Italian Repertory di Gianni Cazzola.
Forma poi un trio a suo nome con Paolino Dalla Porta e Alfred Kramer, con cui incide il disco Sundance, e un duo con il chitarrista americano John Stowell.
Nella sua carriera ha avuto modo di suonare in diverse rassegne e festival, tra cui: Umbria Jazz, Jazz Italia (Verona), Mantova Jazz, Midem (Cannes), Festival di Tulle, Budapest, Miskolk, Siracusa, Iseo, Trento, Ivrea, Time in Jazz (Berchidda), e di collaborare con diversi artisti, tra i quali: Jaribu Shaid, Tiziana Ghiglioni, Enrico Rava, Steve Grossmann, Billy Cobham, J.P. Ceccarelli, Emanuel Bex, Carol Welsman, Eddie Martinez, Gianluigi Trovesi, Antonello Salis.

La campagna Casa Bentivoglio, da noi a voi sulle note del Jazz aderisce a #laculturanonsiferma, il palinsesto dell’Assessorato alla Cultura della Regione Emilia-Romagna fatto di concerti, spettacoli, eventi, visite virtuali ai musei, reading, film, documentari e dirette streaming che va in onda tutti i giorni, a partire dalle 18:00, su Lepida TV (canale 118 digitale terrestre e Sky 5118), sul canale YouTube LepidaTV OnAir e su EmiliaRomagnaCreativa, il portale cultura dell’assessorato.
Casa Bentivoglio aderisce con il Bologna Jazz Festival alla campagna di raccolta fondi per l’emergenza coronavirus istituita dalla Regione Emilia-Romagna.
Le donazioni possono essere fatte con versamento sul conto corrente: IT69G0200802435000104428964 intestato ad Agenzia regionale per la sicurezza territoriale e la protezione civile dell’Emilia-Romagna, indicando in causale l’hashtag #casabentivoglio.