Il Comune di Bologna a sostegno delle produzioni musicali e dei professionisti del territorio

21 Dicembre 2020

46 progetti vincitori per un budget complessivo di 200.000 euro, così prosegue l’impegno della Città della Musica Unesco a favore dei professionisti del territorio bolognese.
Sono stati annunciati alla stampa, i risultati dell’avviso per nuove produzioni musicali che il Comune di Bologna ha pubblicato come azione pilota per sostenere la filiera musicale, settore particolarmente colpito dagli effetti della crisi sanitaria.
Al di sopra di ogni aspettativa, sono pervenuti ben 207 progetti provenienti da etichette discografiche, a cui principalmente era rivolto l’avviso, agenzie di management, mondo del terzo settore e singoli artisti. Ad essere premiate, 46 produzioni, di cui 24 proposte da associazioni e 22 da imprese e liberi professionisti con contributi che vanno dai 4.000 e ai 7.000 euro per produzione.

Da uno sguardo complessivo, le tipologie di proposte riguardano per lo più la produzione di album, in digitale e su supporto fisico, con un forte ritorno al vinile, ma non sono mancate proposte di residenze artistiche, documentari sonori e prodotti multimediali. I progetti hanno in comune un’alta qualità delle produzioni proposte e un approccio alla produzione musicale di tipo professionale.

Tra i vincitori del bando, si segnalano:
Garrincha edizioni musicali
– produzione discografica su cd e digitale con video promozionale in stop motion del cantautore indie-rock Cimini.
Tuk music – Lp su cd e digitale di Paolo Fresu e Cristina Zavalloni che rende un tributo alle canzoni dello Zecchino d’Oro reinterpretandole in chiave jazz.
Irma records – nuovo lavoro di Forelock, artista di musica reggae, black e urban di fama internazionale, su cd e digitale con video promozionale.
Bartolomeo Sailer – doppio vinile, cassetta e formato digitale dell’etichetta Random Numbers con la partecipazione di vari artisti della scena elettronica del territorio e internazionale.
James Jonathan Clancy – quattro album in vinile dell’etichetta indipendente alternative-rock Maple Death. Ogni album presenta una collaborazione artistica inedita alla ricerca di un dialogo tra arte performativa e arte visiva. Tra gli artisti: John Duncan, Blak Sagaan.
Totally Imported – quarto album del gruppo urban hip hop Funk Shui.
Fonoprint – album in vinile e digitale per il cantautore Fabio Curto, polistrumentista e compositore che viaggia tra sonorità rock ed elettroniche.
Don’t panic – vinili ad edizione limitata di artisti indie-rock di rilevanza nazionale come Andrea Laszlo De Simone, Colapesce, Giardini di Mirò, Massimo Volume, frutto della collaborazione tra 42 Records e Fonoprint.
Time4two – vinile del chitarrista e compositore Stefano Pilia che prevede la registrazione di composizioni con organico variabile e la collaborazione di artisti di fama internazionale come Adrian Utley dei Portishead.
Django concerti – Produzione discografica del chitarrista Federico Poggipollini che prevede la registrazione di cover della tradizione italiana con la collaborazione di importanti musicisti, tra cui Gianni Morandi.
Shape – produzione in ambiente virtuale realizzata e sviluppata in residenza al Dumbo da Lorenzo Nada, dj e beatmaker (Godblesscomputers), e Bassi Maestro, rapper underground di fama nazionale, coordinato dallo staff di Robot Festival.
Archivio Sonoro – Lp in vinile e digitale del Confusional Quartet, storica formazione del nuovo rock italiano di fine anni Settanta, con ospiti di grande rilievo internazionale.
Ruggine – Produzioni discografiche in vinile 180g di artisti di livello internazionale dell’etichetta noise-rock Improved Sequence, curata dall’associazione che gestisce il live-club Freak Out. Tra gli artisti: Ovo, David Grubbs, Blurt…
Offset – Produzione discografica in cd, vinile e digitale con video promozionale del musicista avant, polistrumentista e virtuoso del Theremin, Vincenzo Vasi.
Map – Produzione discografica digitale, cartacea e performativa di Laura Agnusdei, sassofonista e musicista elettronica, ispirata a cinque luoghi scelti nell’area metropolitana.
Hovoc – Format video in più puntate curato dall’associazione che gestisce il live-club Covo e che vede la partecipazione di importanti musicisti indie-rock della scena nazionale.
Elastico – Ep digitale e videoclip di un singolo della giovanissima artista rap Karma Rakma, classe 2004, italiana di origine tunisina. Il progetto discografico coinvolge artiste donne di fama internazionale.
Circolo Arci Alle rive del Reno – Lp digitale con videoclip come fase conclusiva di un progetto di residenza artistica che unisce il rap bolognese di Inoki con la nuova scena rap/trap cittadina.
Link 2.0 – Vinile e performance come realizzazione conclusiva di un contest di musica elettronica per giovani musicisti emergenti, con la partecipazione di artisti più affermati a curare i remix dei brani presentati.
Marco Vecchi – Ep in digitale che permette a giovani artisti italiani di origine straniera di lavorare con alcuni produttori nazionali già affermati, per mettere in campo un percorso musicale innovativo e di integrazione e coesione sociale. Il progetto coinvolge Frank Nemola, Piotta, Neffa, Dj Mista.

Consulta l’elenco completo dei vincitori

Info e contatti
cityofmusic@comune.bologna.it – WebFacebook – InstagramYouTube