IL MEI - MEETING DELLE ETICHETTE INDIPENDENTI DI FAENZA SEMPRE PIÙ PIATTAFORMA DI SCOUTING PER IL FESTIVAL DI SANREMO

21 Dicembre 2020

Il MEI con la presentazione dei Big del Festival di Sanremo del prossimo anno conferma la sua vocazione di grande scouting italiano di nuovi artisti e di essere un grande contenitore di giovani talenti che dopo essere passati dal Meeting delle Etichette Indipendenti qualche anno dopo arrivano alle vette della musica Made in Italy.
È il caso di Diodato, che quest’anno si è aggiudicato la vittoria del Festival di Sanremo 2020, più volte presente al MEI di Faenza fin dai suoi primi passi (presentò il suo primo Ep proprio al MEI nel 2007) e che tre anni fa chiuse l’edizione 2017 con un Concerto per la Pace, i Diritti, l’Uguaglianza e la Solidarietà in occasione della visita del Papa in Romagna.

E quest’anno addirittura si triplica la posta, tra i big della prossima edizione del Festival ci saranno infatti: Colapesce & Dimartino, premiati come Artisti Indipendenti dell’Anno proprio al MEI 2020 dall’ampia platea dei giornalisti musicali; Fulminacci, premiato l’anno precedente come miglior giovane talento; La Rappresentante di Lista inserita come Miglior Cantante in una Super Band del MEI.

Infine, solo per citarne altri nomi, i grandissimi Extraliscio, che esordirono in una grande manifestazione proprio in Piazza del Popolo a Faenza al MEI 2016 e Davide Toffolo che con i Tre Allegri Ragazzi Morti celebrò al MEI i 20 anni di carriera, così come non si può dimenticare l’esordio live fuori Roma dei Maneskin proprio al MEI di quattro anni fa, appena reduci come recenti vincitori di un contest studentesco romano legato al MEI, e le ben tre partecipazioni al MEI con un premio al mitico Gio Evan, una presenza fissa al Meeting delle Etichette Indipendenti di Faenza. E il lungo elenco potrebbe continuare fino ai bolognesi de Lo Stato Sociale premiati al MEI 2010 appena apparsi sulla scena musicale.
Il Festival di Sanremo di Amadeus coraggiosamente volta pagina del tutto e si apre a una nuova generazione di artisti e a una nuova generazione di appassionati e di pubblico e fa sentire il MEI come di casa a Sanremo.
Si conferma così l’importanza delle start up musicali Indipendenti per l’innovazione della filiera del Made in Italy musicale e la necessità che in questa fase di crisi legata al Covid 19 vengano ampiamente sostenute e sviluppate, attraverso sostegni diretti, bandi, sgravi, scontistiche e promozioni e anche con un Protocollo per la Ripartenza  per fare crescere sempre di più la filiera del Made in Italy musicale innovativo del nostro paese.
Per questo obiettivo è al lavoro il MEI insieme agli enti come il Comune di Faenza, la Regione Emilia-Romagna e il Mibact e tutti gli altri partner istituzionali e mediatici per farsi trovare preparati e al meglio per la nuova edizione del rilancio e della ripartenza che si terrà dal 1° al 3 ottobre 2021 e per la nuova Festa della Musica dei Giovani e tutti gli altri appuntamenti che il MEI realizza durante l’arco dell’anno.