Il quintetto capitanato da Piero Odorici e Roberto Rossi chiude la rassegna Suoni e Segni

14 Settembre 2021

Ultimo appuntamento questa sera – martedì 14 settembre alle 21:00 –  presso la Casa della Musica di Parma con la rassegna “SUONI E SEGNI”, organizzata dalla Regione Emilia-Romagna e dal Comune di Parma in sinergia con l’Istituto Italiano di Cultura di Bogotà, con il Circuito dei Festival Jazz di Colombia (Barranquilla, Medellin, Bogotà, Pasto, Santa Marta) e con  la Casa Discografica EGEA Records.

Suoni e Segni è una rassegna di concerti che, ogni anno, viene realizzata in una differente città italiana e trasmessa nel circuito di eventi internazionale del settore.
Una rassegna che nasce con quattro obiettivi: creare una manifestazione che ospiti artisti che praticano nuovi generi musicali; aprire spazi di dialogo con realtà musicali internazionali; valorizzare e promuovere all’estero i luoghi dove essa ha sede; offrire al pubblico locale e a quello dei paesi dove viene trasmessa, musica di grande interesse e qualità.

Dopo i concerti di Massimo Morganti & Baptiste Herbin Quintet (12 settembre) e di Bosso & Giuliani Connection (13 settembre), questa sera a salire sul palco della Casa della Musica sarà il quintetto capitanato da Piero Odorici e Roberto Rossi.
Piero Odorici, musicista storico del jazz italiano, nel corso della sua lunga carriera, ha avuto come punto di riferimento il jazz prodotto oltreoceano e, frequentemente, ha realizzato progetti musicali con artisti americani.
La formazione vede: Piero Odorici al sax tenore; Roberto Rossi al trombone; Aldo Zunino al contrabbasso; Paolo Birro al pianoforte; Anthony Pinciotti alla batteria.
L’appuntamento è gratuito con prenotazione tramite app Parma 2020+2021 a partire da una settimana prima dei singoli concerti.

Per informazioni
La Casa della Musica
Piazzale San Francesco, 1, 43121 Parma (PR)
+39 0521 031170 – infopoint@lacasadellamusica.it – Web

La registrazione dei tre concerti sarà trasmessa in Colombia nei giorni 28, 29, 30 settembre e 1° ottobre 2021 e costituiscono una tappa di un percorso di collaborazione, iniziato 8 anni addietro, tra parte importante del mondo del jazz colombiano ed Italiano.
Ogni anno, il circuito dei festival colombiani, con il sostegno fondamentale dell’Istituto Italiano di Cultura di Bogotà, ospita un gruppo italiano e consente al pubblico appassionato di jazz in Colombia di poter ascoltare molti dei progetti realizzati in Italia.
Quest’anno, a causa dell’emergenza sanitaria in corso, non è stato possibile realizzare in presenza i festival jazz più prestigiosi del paese che, tradizionalmente, hanno luogo in settembre.
Allo scopo di non interrompere, un dialogo così fruttuoso, si è pensato di continuarlo a distanza, creando un ponte virtuale tra la splendida città di Parma e le città di Barranquilla, Santa Marta, Medellin, Bogotà e Pasto affinché il pubblico del Barranquijazz (storico festival colombiano), MedeJazz e del Festival Internacional de Jazz de Los Andes, possa continuare a godere del rapporto con il jazz made in Italiy ed in questo caso, con le opere di grandi musicisti come Fabrizio Bosso-Rosario Giuliani quartet, Piero Odorici quintet, Massimo Morganti quintet.