Il trio di Massimo Tagliata porta a Viralissima una miscela di jazz e musica da ballo latina

08 Luglio 2020

Vive e lavora a Bologna, di origini siciliane, Massimo Tagliata è un pianista e fisarmonicista, uno dei più importanti virtuosi italiani della fisarmonica. Nella sua musica entrano elementi del suono tradizionale dell’Emilia-Romagna insieme al jazz e il tango.
Nel set che Massimo Tagliata, insieme a Massimiliano Turone al contrabbasso e Roberto Red Rossi alla batteria e percussioni, ha portato all’interno delle storiche mura del Torrione di Ferrara, sede del Jazz Club della città, si compie un viaggio attraverso alcuni tra i più importanti e rappresentativi standards del jazz e repertori di vecchia musica da ballo latina rivisitati in chiave jazzistica.

Nella formazione musicale di Massimo Tagliata un ruolo centrale ha giocato il tango. La sua passione per il tango nasce quando da ragazzo il suo maestro Annibale Modoni gli parla di Astor Piazzolla. A 12 anni andò a vedere un concerto al Teatro Alighieri di Ravenna del grande maestro argentino accompagnato da un quartetto d’archi e lì rimase completamente folgorato.
Massimo suonava già la fisarmonica, suonava nelle prime orchestrine di musica da ballo ma quella sonorità, quel modo di suonare il bandoneon lo attraversò completamente e da lì è stato un amore che si è portato dentro sempre.
Nell’intervista lasciata a Pierfrancesco Pacoda contenuta all’interno della decima puntata di Viralissima, Massimo racconta e rivendica la nazionalità italiana della fisarmonica, seconda industria del paese fino alla fine degli anni ’50. Dopo l’industria automobilistica, una delle maggiori potenze economiche dell’Italia era il polo delle fisarmoniche.
Ci sono ancora tantissimi artigiani, il brevetto non è mai stato venduto e la costruzione degli strumenti è sempre stata tramandata da generazione in generazione ed è sempre rimasta in Italia, tranne qualche raro caso di paesi limitrofi all’Italia come la Francia, dove c’è stato lo sviluppo della musette, e anche nei paesi anglosassoni, sempre però attraverso l’immigrazione, sempre attraverso gli italiani.
E così è stato anche in America latina, il bandoneon è arrivato attraverso l’immigrazione tedesca, perché era lo strumento della Germania, la fisarmonica è arrivata in Brasile dove è nato il forró, il genere più popolare di musica e danza nel nordest del Brasile.
Se negli ultimi anni la fisarmonica è tornata di moda è anche grazie a Massimo Tagliata, le sue operazioni commerciali nel pop hanno contribuito a riportare negli ultimi quindici anni lo strumento in auge per tante sonorità e tanti accostamenti sonori.

Il live di Massimo Tagliata Trio è stato registrato lo scorso 20 giugno al Torrione di Ferrara dalla troupe di Sonne Film e Metters Studio Film.

Viralissima * Musicisti e Club dell’Emilia-Romagna su Lepida TV
10 luglio, ore 21:00, LepidaTV (canale regionale 118 del digitale terrestre e 5118 di Sky)
11 luglio, ore 14:00, pagina Facebook ERCreativa
Massimo Tagliata Trio
Massimo Tagliata, pianoforte e fisarmonica – Massimiliano Turone, contrabbasso – Roberto Red Rossi, batteria e percussioni.

Video

Massimo Tagliata * Viralissima 10