Un Ballo Liscio di Riccardo Tesi: Un viaggio attraverso un secolo di storia del ballo popolare italiano per eccellenza - questa sera alle 21:00

30 Dicembre 2020

Il 31 gennaio, alle 21:00, sintonizzati su LepidaTV per compiere un viaggio attraverso un secolo di storia del ballo popolare italiano per eccellenza: il ballo liscio.
Dalla Sala Farnese di Palazzo d’Accursio (Bologna), per la notte di Capodanno, Viralissima – La scena musicale dell’Emilia-Romagna, rassegna musicale digitale dell’Assessorato alla Cultura della Regione Emilia-Romagna, offre un evento speciale con la partecipazione di ballerini classici e tradizionali.
Un’orchestra composta da alcuni dei musicisti più rappresentativi della scena etnica, classica e jazz, rivisita, con rigore e spregiudicatezza, le melodie e i ritmi che hanno fatto danzare intere generazioni di italiani, dagli echi classici di Carlo Brighi alle atmosfere bandistiche del Concerto Cantoni alle aperture jazzistiche di Gorni Kramer, senza dimenticare le contaminazioni etniche delle varianti regionali, bolognesi e le sonorità romagnole di Secondo Casadei.
Un’occasione per riscoprire il suggestivo impianto melodico, il virtuosismo strumentale, le affascinanti combinazioni timbriche e gli aspetti più celati e seducenti di un genere musicale immeritatamente sottostimato.

Il concerto sarà visibile in questa pagina, su LepidaTV al canale 118 del digitale terrestre e 5118 di Sky, sul sito www.lepida.tv e sul canale YouTube LepidaTV OnAir.

Guarda l’album fotografico di Un Ballo Liscio

Un ballo Liscio nelle parole di Riccardo Tesi
Per un musicista che normalmente opera in contesti diversi e spesso antagonisti al liscio, confrontarsi con un patrimonio così strutturato e caratterizzato, ha significato operare in più direzioni: liberarsi prima di tutto dei preconcetti per immergersi in questo mondo musicale con una rinnovata disposizione all’ascolto: analizzarne la storia e la ricchezza delle stratificazioni per individuarne i tratti distintivi; infine fare propri questi elementi, integrarli nel proprio universo musicale, combinandoli creativamente per liberare nuove possibilità e nuove emozioni.

Affrancato dallo stereotipo il liscio rivela aspetti musicali seducenti: la bellezza delle melodie, il virtuosismo strumentale accompagnato al gusto per elaborare variazioni, combinazioni timbriche suggestive ed un modo tutto particolare di pronuncia del suono e di articolazione delle frasi.
Ma soprattutto, è affascinante la sua permeabilità nei confronti degli stili con i quali ha interagito e la sua capacità di rinnovarsi, di integrare le novità, rimanendo sempre uguale a se stesso e continuando a svolgere quella che è la sua funzione principale: il ballo.
Nel rispetto di questo spirito pluralistico e cosmopolita ho optato per la formazione di un organico ampio e multietnico, composto da musicisti provenienti da vari ambiti musicali (classico, folk-revival, jazz, liscio). Gli strumenti rappresentati, rigorosamente acustici, hanno tutti avuto un ruolo importante nel caratterizzare il sound del liscio nelle varie epoche.

Allo scopo di diversificare l’approccio e di moltiplicare i punti di vista sull’argomento, mi sono avvalso, per quanto riguarda la direzione musicale e l’elaborazione degli arrangiamenti, della collaborazione di Mauro grossi, per la sua esperienza nel campo del jazz e della musica accademica, e di Patrick Vaillant, musicista trasversale e unico non-italiano del gruppo.
Proprio in virtù della sua estraneità alle implicazioni sociali del liscio, la presenza di quest’ultimo ha permesso di avere uno sguardo più oggettivo e distaccato sulla materia, ed è stata importante per la definizione delle coordinate e dei criteri che stanno alla base di questo progetto.
Nel selezionare il repertorio ho privilegiato la produzione di autori italiani, cercando, oltre all’interpretazione di qualche irrinunciabile “classico”, di documentare anche gli aspetti meno conosciuti del genere, le sue diverse realtà, alcune delle quali marginali rispetto al mercato attuale, ma non per questo meno significative da un punto di vista musicale.

Questo vuole essere un omaggio al lavoro di tutti quei musicisti che, da oltre un secolo, impiegano talento e arte nel far ballare e divertire intere generazioni di italiani: questo è il liscio che i miei compagni di avventura ed io abbiamo avuto voglia di suonare nel modo più rigoroso e spregiudicato possibili.
(Riccardo Tesi)

I musicisti
Riccardo Tesi, organetto diatonico – Claudio Carboni, sax – Nico Gori, clarinetto – Maurizio Geri, chitarra e voce – Roberto Bartoli, contrabbasso – Massimo Tagliata, pianoforte e fisarmonica – Gigi Biolcati, percussioni e voce – Quartetto d’archi: Silvia Mandolini, violino – David Caramia, violino – Loris Dal Bo, viola – Francesco Parazzoli, violoncello.

I ballerini
Manuel Micheli, Andrea Caleffi, Rezart Stafa (Nuovo Balletto Classico-Reggio Emilia); Jessica Campo, Cristian Lombardi (Scuola di Ballo Malpassi – Ravenna).

Realizzato da Ater Fondazione per la Regione Emilia-Romagna e in collaborazione con LepidaTV, Un Ballo Liscio è un progetto speciale nell’ambito di Viralissima – La scena musicale dell’Emilia-Romagna.

Il concerto è stato ripreso dalle telecamere di Sonne Film – Metters Studio Films il 29 dicembre 2020.

Video

Viralissima * Un Ballo Liscio