Viralissima Autumn edition: un lungo week end con la musica contemporanea eseguita da Icarus Vs Muzak

08 Novembre 2021

Icarus Ensemble regala un lungo week end – da giovedì 11 novembre a domenica 14 novembre su LepidaTV, sul canale YouTube di ERCreativa e sulla pagina Facebook di Emilia-Romagna Music Commission – all’insegna della musica contemporanea mettendo a disposizione per il palinsesto di Viralissima Autumn Edition due video che rappresentano due momenti significativi dell’attività del 2020 di questo giovanissimo ensemble.

Il primo è stato realizzato il 26 settembre presso il maggiore dei monumentali Chiostri di San Pietro. Il concerto era previsto in maggio, poi è stato spostato a causa della pandemia a settembre. È stato realizzato all’interno del festival RIGENERA, affermazione nazionale dell’Ordine degli architetti di Reggio Emilia di cui Icarus è stato partner già in fase concorsuale e si collega alla tavola rotonda organizzata intorno al rapporto tra musica e architettura (relatori Alberto Pedrazzini, Ricciarda Belgiojoso e Roberto Favaro).
Il programma del concerto era tematico: alcuni Contrappunti dell’Arte della fuga di Bach, opera monumentale di cui non è specificato l’organico strumentale, ma che si configura come pura architettura appunto, in cui un solo soggetto (oggi lo chiameremmo tema o ancora più impropriamente melodia) genera tutti i pezzi con uno sfoggio di virtuosismo compositivo forse unico nella storia della musica. I due altri compositori presenti sono i protagonisti, assieme all’architetto svizzero Le Corbusier, della prima installazione multimediale nel senso oggi attribuito a questo tipo di lavori. Edgar Varese, musicista francese naturalizzato americano e Iannis Xenakis, musicista e ingegnere greco naturalizzato francese, collaborano con lo studio di Le Corbusier, di cui Xenakis faceva parte, alla realizzazione del Padiglione Philips all’Esposizione universale di Bruxelles del 1958. I ruoli non sono scontati: Xenakis disegna la struttura del padiglione, avveniristica con l’inviluppo delle sue linee curve, Varese crea il Poeme electronique, composizione elettronica che utilizzava rumori su sistema multicanale ed era sincronizzata con un film creato da Le Corbusier. Di Edgar Varese è stata presentato nel concerto Density 21.5 per flauto solo, opera del 1936, il cui titolo allude al peso specifico del platino. Il brano è stato infatti scritto per George Barrere per la presentazione del suo nuovo flauto di questo materiale e rappresenta un punto di svolta nell’evoluzione della tecnica strumentale della musica flautistica. Ultimo pezzo in programma è stato Persephassa di Iannis Xenakis, per sei percussionisti disposti intorno al pubblico. Musica potente, selvaggia nonostante il rigore della costruzione matematica, ispirato al mito di Persefone, che la suggestione del chiostro ha valorizzato al meglio. Icarus ha infatti curato minuziosamente l’illuminazione, colorando in modo diverso le arcate superiori, secondo il carattere della composizione eseguita nel momento. I musicisti per Bach sono stati: Benedetta Polimeni al flauto, Orfeo Manfredi all’oboe, Alberto Delasa al clarinetto, Martino Tubertini al fagotto, Marco Lazzaretti al vibrafono, Francesco Pedrazzini alla marimba, Giorgio Genta alla chitarra, Gilda Gianolio all’arpa. Density di Varese è stata eseguita da Giovanni Mareggini, flautista di Icarus Ensemble. Per Xenakis di nuovo i giovani di Icarus vs Muzak con Gabriele Genta, Marco Lazzaretti, Martino Mora, Francesco Pedrazzini, Marcello Repola e Matteo Rovatti alle percussioni. Il concerto è stato realizzato in collaborazione con l’Ordine degli Architetti di Reggio Emilia e con l’Istituto di studi musicali superiore Peri/Merulo di Reggio Emilia.

La seconda produzione è frutto invece della partecipazione al bando indetto dal MAECI, del Ministero degli affari esteri, Vivere all’italiana in musica in cui Icarus Ensemble è risultato primo vincitore assoluto, realizzando il video principalmente con Icarus vs Muzak. Il tema della musica italiana è stato declinato in diversi modi, con una presenza di compositori che hanno rappresentato il meglio della produzione internazionale degli ultimi sessant’anni. Le voci sottovetro di Sciarrino affrontano uno degli aspetti più frequentati dall’ensemble, quello del rapporto con il passato, il tardo rinascimento di Gesualdo da Venosa nello specifico. Seguiva Riverberi di Ennio Morricone, trio scritto per Icarus Ensemble nel 2004 ed eseguito in prima al Festival Pontino nel centenario della nascita di Goffredo Petrassi. Musica assoluta, come la chiamava il maestro scomparso, eseguita da Icarus Ensemble anche in occasione dell’assegnazione della laurea honoris causa a Morricone da parte dell’Accademia di Brera nel 2019. Dalle Folksongs di Berio del 1964 sono state registrate quelle in lingua italiana, o meglio nei dialetti regionali che contraddistinguono alcune regioni d’Italia. L’operazione che ha fatto Berio in questa celeberrima raccolta è stata quella di nobilitare la musica popolare (o comunque ispirata ad essa) tramite una rilettura ed un’orchestrazione veramente straordinarie. Di Sylvano Bussotti, altro grande musicista recentemente scomparso, è stato eseguito il trio Souvenir d’Italie (en quarantequatre) del 1995, opera che ha fatto parte spessissimo dei programmi dell’ensemble e che è stata all’origine della collaborazione con il compositore fiorentino. Chiude il programma Per incantamento di Nicola Sani, opera commissionata per l’occasione e qui eseguita in prima assoluta. È un omaggio che il compositore fa a Dante Alighieri, nell’imminenza dei settecento anni dalla morte del sommo poeta. Oltre alla voce, già presente in Sciarrino e Berio, Sani introduce strumenti del presente come la chitarra elettrica e affida alla creatività di Alvise Vidolin l’elaborazione del suono in tempo reale. I protagonisti di questo video sono stati i musicisti di Icarus vs Muzak e Icarus Ensemble con collaborazioni di altissimo livello: Monica Bacelli, mezzosoprano, Marco Angius, direttore, Alvise Vidolin, live electronics. Gli esecutori: Giovanni Mareggini e Benedetta Polimeni al flauto e ottavino, Orfeo Manfredi al oboe e corno inglese, Alberto Delasa al clarinetto e clarinetto basso, Corrado Barbieri al fagotto, Giacomo Invernizzi al violino, Luciano Cavalli alla viola, Luca Colardo al violoncello, Gilda Gianolio all’arpa, Giorgio Genta alla chitarra elettrica, Francesco Pedrazzini, Marco Lazzaretti e Matteo Rovatti alle percussioni, Diego Petrella e Daniele Incerti al pianoforte. Le riprese sono state effettuate presso lo Spazio Icarus (ex Max & Co.) messo gentilmente a disposizione dalla famiglia Maramotti.

Entrambi i video sono stati realizzati da Raito Films che ha successivamente registrato per Iteatri di Reggio Emilia la Sonata di Debussy per flauto viola ed arpa e Grab Them rispettivamente con Icarus Ensemble e con Icarus vs Muzak, divenendo di fatto una collaborazione fissa dei due gruppi.

Registrazione, editing, mixaggio e master a cura di Simone Copellini per SopraToni studio. Copellini è il tecnico di riferimento per le principali produzioni degli ensemble.

Viralissima Autum Edition 2021 presenta:

Viralissima Contemporanea * Icarus vs Muzak
📆 11 novembre ⏰ 21:00 📺 LepidaTV – canale 118 del digitale terrestre e 5118 di Sky – sito web – canale YouTube LepidaTV OnAir
📆 11 novembre ⏰ 21:00 🖥️ canale YouTube ERCreativa (prèmiere – poi sempre disponibile)
📆 12 novembre ⏰ 18:00 📺 LepidaTV – canale 118 del digitale terrestre e 5118 di Sky – sito web – canale YouTube LepidaTV OnAir
📆 12 novembre ⏰ 21:00 📱 Pagina FB di ERMusic Commission

Viralissima Contemporanea * Icarus vs Muzak – Codice Incanto
📆 13 novembre ⏰ 21:00 📺 LepidaTV – canale 118 del digitale terrestre e 5118 di Sky – sito web – canale YouTube LepidaTV OnAir
📆 13 novembre ⏰ 21:00 🖥️ canale YouTube ERCreativa (prèmiere – poi sempre disponibile)
📆 14 novembre ⏰ 18:00 📺 LepidaTV – canale 118 del digitale terrestre e 5118 di Sky – sito web – canale YouTube LepidaTV OnAir
📆 14 novembre ⏰ 21:00 📱 Pagina FB di ERMusic Commission

Video

Viralissima Contemporanea * Icarus vs Muzak

Viralissima Contemporanea * Icarus vs Muzak - Codice Incanto