Viralissima si tinge di Blues con il live di Don Antonio

12 Luglio 2020

Don Antonio è lo pseudonimo di Antonio Gramentieri, musicista romagnolo che all’interno della sua proposta musicale fonde il grande amore per le tradizioni sonore della sua terra insieme ad uno sguardo rivolto oltre oceano.
Questo nome glielo ha dato Dan Stuart, voce dei Green On Red, con cui Gramentieri ha collaborato in molte occasioni. Il cognome dell’artista, infatti, in America sarebbe stato impronunciabile per la presenza di troppe vocali. Così Dan si inventò il Don, non nel senso sacerdotale del termine, ma utilizzato nell’accezione ispanica, ovvero figura di spicco della comunità, che incute timore e rispetto allo stesso tempo.

Nei giorni del lockdown, Don Antonio ha registrato un album live insieme ad uno dei migliori batteristi italiani, Vince Vallicelli, dal titolo The Lockdown Blues. Un disco nato nel giorno della Festa dei Lavoratori, il primo maggio 2020, e andato in scena nella sede della Lombardi Amplificazioni con 30mila watt di casse girate sulla vallata, quattro persone sul palco, con un permesso speciale e a un metro e mezzo di distanza uno dall’altro, e chiaramente in assenza di pubblico.
Un concerto per ribadire che anche la musica è un lavoro e che i musicisti e gli artisti dello spettacolo, davanti e dietro le quinte, sono dei lavoratori.
Vince Vallicelli accompagna Don Antonio, insieme a Roberto Villa al basso elettrico e a Nicola Peruch alle tastiere e hammond, nel live registrato al Torrione del Jazz Club di Ferrara lo scorso 20 giugno da Sonne Film e Metters Studio Film e che vi proponiamo nella tredicesima puntata di Viralissima.
I brani che gli artisti hanno presentato in quel set sono in parte tratti dal disco di Don Antonio e in parte da un disco che si chiama La Fevra che è una sorte di blues palustre in dialetto romagnolo preparato con Vince qualche anno fa.
La collaborazione con Vince è solida, è l’ultima in termini temporali, ma anche la prima, essendo stato lui il primo musicista a dargli fiducia a titolo professionale e a procurargli la sua prima data al Mox di Riccione nel ’94.
Questa ultima collaborazione è invece nata al rientro da tutti i giri di presentazione internazionali di Don Antonio. Entrambi i musicisti avevano voglia di fare qualche data in duo, completamente liberi, avevano voglia di qualcosa che li portasse al senso più intimo del fare musica.
Poi si sono aggiunti nuovi musicisti ed è diventato un progetto parallelo che li ha accompagnati nei mesi che dovevano condurre alla realizzazione dell’album, poi sfornato in piena pandemia.
In comune i due hanno le radici romagnole e la passione per il timbro primitivo, per la pulsazione.

Nel periodo in cui è scoppiata la pandemia, Don Antonio sarebbe dovuto essere negli Stati Uniti con il cantautore chicano Alejandro Escovedo con cui ha registrato un album in America tutto dedicato al tema dell’immigrazione, al muro di Trump, un disco fortunato che ha collezionato tantissime date e che doveva uscire un anno dopo cantato in spagnolo e di cui avrebbero dovuto fare il tour che sanciva il completamento di quella collaborazione. Quel tour oggi è congelato e bisognerà aspettare.
Al momento Don Antonio sta lavorando ad un progetto parallelo che, nell’intervista di Pierfrancesco Pacoda, l’artista stesso definisce suicida di brani in italiano già pronti da tempo e un piccolo libro di racconti brevi scritti durante il lockdown.
Sul palco mescolerà un po’ tutto questo con i compagni di viaggio che lo accompagneranno di volta in volta.

Il live di Don Antonio è stato registrato lo scorso 20 giugno al Torrione di Ferrara dalla troupe di Sonne Film e Metters Studio Film.

Viralissima * Musicisti e Club dell’Emilia-Romagna su Lepida TV
13 luglio, ore 21:00, LepidaTV (canale regionale 118 del digitale terrestre e 5118 di Sky)
14 luglio, ore 14:00, pagina Facebook ERCreativa
Don Antonio
Don Antonio, chitarra – Vince Vallicelli, batteria – Roberto Villa, basso – Nicola Peruch, tastiere.

Video

Don Antonio * Viralissima 13